Loading...
Le notizie di Thursday 01 August 2019 Direzione scientifica di M. Alessandra Sandulli - Andrea Scuderi - Pino Zingale
Direzione editoriale di Massimiliano Mangano - Chiara Campanelli 
Norma - quotidiano d'informazione giuridica - DBI s.r.l.
Direzione scientifica di M. Alessandra Sandulli e Andrea Scuderi
31/07/2019
CULTURA / Concorso

Il "Contenzioso davanti la Corte di Cassazione" del mese di giugno 2019

Il contenzioso dell'anno: agli avvocati Federica Menici e Dario Ardizzone il riconoscimento "Il Contenzioso del mese di giugno", per il contenzioso davanti la Corte di Cassazione.

Gli avvocati Federica Menici e Dario Ardizzone si aggiudicano la tappa del mese di giugno del Premio "Il contenzioso dell'anno", per il contenzioso davanti la Corte di Cassazione, grazie al successo ottenuto con la sentenza del 18 giugno 2019, n. 16335 pronunciata dalle Sezioni Unite sulla discrezionalità dei Sindaci in merito alla revoca degli amministratori delle società partecipate.
Il contenzioso merita il riconoscimento per la novità della questione sottoposta alle Sezioni Unite, inerente il dibattito della legittimità dell'atto emesso dal Sindaco ai sensi dell'art. 50, commi 8 e 9, D.Lgs. n. 267 del 2000, di revoca degli amministratori di una società partecipata dal Comune.
Le Sezioni Unite hanno accolto il ricorso proposto dagli avvocati Menici e Ardizzone, difensori di una società partecipata dal Comune di Milano, e cassato la sentenza della Corte d'Appello che aveva ritenuto che l'atto di revoca esercitato dal Sindaco, pur nell'ambito della potestà riconosciutagli dai commi 8 e 9 dell'art. 50 del TUEL, non potesse giungere a comprimere, per cause politiche ed estranee alla sfera soggettiva dei componenti dell'organo di gestione, l'aspettativa di costoro di portare a termine, nel tempo stabilito dalla legge, le funzioni loro conferite. A detta della Corte territoriale non sarebbe stato sorretto da giusta causa l'atto motivato da ragioni che non esplicitassero le eventuali carenze dimostrate dagli amministratori nell'espletamento dei loro compiti o la loro incapacità di mutare indirizzo secondo le nuove linee indicate dall'ente.
Le Sezioni Unite hanno invece ritenuto che la previsione di cui all'art. 50 commi 8 e 9 del TUEL, integri ex se una giusta causa oggettiva di revoca degli amministratori, costituendo estrinsecazione del c.d. spoil system, sistema che ha d'altro canto ricevuto l'avallo della Corte Costituzionale.
Massimiliano Mangano
Chiara Campanelli
AVVISO - Ai sensi dell'art. 1, comma 1 del decreto-legge 22 marzo 2004, n. 72, come modificato dalla legge di conversione 21 maggio 2004 n. 128 Le opere presenti su questo sito hanno assolto gli obblighi derivanti dalla normativa sul diritto d'autore e sui diritti connessi. La riproduzione, la comunicazione al pubblico, la messa a disposizione del pubblico, il noleggio e il prestito, la pubblica esecuzione e la diffusione senza l'autorizzazione del titolare dei diritti è vietata. Alle violazioni si applicano le sanzioni previste dagli art. 171, 171-bis, 171-ter, 174-bis e 174-ter della legge 633/1941.

D.B.I. SRL - via Monaco I, 1/A - 90011 Bagheria (PA) - P.IVA 04177320829 - Iscr. Trib. Palermo 41892 vol.343/165